5 cose da fare a settembre a San Vito Lo Capo

San Vito Lo Capo è una delle mete più ambite dell’estate ed una vacanza a settembre, senza la calca dell’alta stagione, può rivelarsi un’esperienza così rilassante da rimanere tra i tuoi migliori ricordi.

Questa graziosa cittadina, incastonata tra le due riserve, dello Zingaro a est e di Monte Cofano a ovest, mostra infatti, in questo periodo dell’anno, tutto il suo fascino.  La lunga spiaggia dorata bagnata dal mare cristallino, l’atmosfera tranquilla, il clima mite, l’aspetto selvaggio dei suoi angoli naturali promettono tanto relax e benessere per affrontare meglio i mesi invernali.

Ed ecco le 5 cose da fare durante la tua pausa di settembre a San Vito Lo Capo

Partecipare al Cous Cous Fest

Cous Cous Fest

Cous Cous Fest

In programma dal 17 al 26 settembre 2021, il Cous Cous Fest, evento che celebra il piatto tipico dell’integrazione tra i popoli, è uno dei momenti più attesi dell’anno. Ogni anno rappresenta, per tanti appassionati della buona tavola, un appuntamento da non perdere con i suoi dieci giorni ricchi di sfide  tra chef provenienti da tutto il Mediterraneo e non solo, incontri, musica, talkshow e naturalmente tanto couscous…
Una selezione dei migliori ristoranti di San Vito Lo Capo, Macari e Castelluzzo, offrirà a pranzo e cena dei menù speciali a base cous cous, proposto in tante versioni, dalle più tradizionali a quelle più originali.
Sul lungomare una serie di stand esporranno le migliori produzioni artigiane ed enogastronomiche

Grazie a questo evento, San Vito Lo Capo può vantare oggi il titolo di capitale dell’accoglienza e della multiculturalità.

Scalare Monte Monaco

La cima di Monte Monaco

La cima di Monte Monaco

Settembre è il momento migliore per praticare il trekking e chi ama camminare potrà godersi lunghe passeggiate tra i numerosi sentieri che si trovano lungo la costa, ma una meta da non perdere è la salita a Monte Monaco.
Il massiccio calcareo che sovrasta San Vito Lo Capo e la sua spiaggia è una vera attrazione. Occorrono circa due ore di cammino per raggiungere la vetta e man mano che si sale il panorama diventa sempre più spettacolare e unico.
Monte Cofano, il golfo di Castellammare, il paese, la spiaggia e lo Zingaro… lasciano tutti senza fiato.

Il sentiero sale ripido ed è ben indicato dalla segnaletica del CAI ( Club Alpino Italiano). E’ bene essere in buona forma fisica, indossare un paio di scarpe da ginnastica o meglio ancora gli scarponi ed avere con sé un’adeguata scorta di acqua. A 500 mt dall’arrivo, dopo il sentiero, si percorre una stradella sterrata. Coraggio, è l’ultimo sforzo.
Sarete ripagati da un panorama a 360°, davvero sensazionale, da contemplare in silenzio e conservare tra i vostri ricordi di viaggio.

Gustare il Caldofreddo

Il Caldofreddo

Tra le specialità culinarie di San Vito Lo Capo non si può rinunciare al Caldofreddo,  un “peccato di gola” che troverete nelle migliori gelaterie sanvitesi. Il suo nome desta curiosità ma, in effetti, si tratta proprio di un abbinamento tra ingredienti caldi e freddi.
Composto da vari strati di gelato, secondo i gusti del cliente, al suo interno custodisce una piccola brioche di Pan di Spagna imbevuto di room, mentre il tutto è ricoperto da panna montata e da una colata di cioccolato fondente cosparsa da granella di nocciole.

Ti verrà servito in un piccolo lemmo, un recipiente di terracotta che ricorda le grandi ciotole dove si incoccia il cous cous. L’origine di questa delizia non è molto certa, probabilmente si tratta di una revisione, in chiave siciliana, di qualche specialità americana scoperta dai primi sanvitesi che erano emigrati negli Stati Uniti.

Una delizia per il palato che offre alle papille gustative un’esperienza incredibile…!

Grotta dei Cavalli, una passeggiata che riporta indietro nel tempo

Grotta dei Cavali a Cala Mancina

A pochi minuti dal Faro si trova una delle grotte più affascinanti della zona: la grotta dei Cavalli risalente al Neolitico. Bastano un buon paio di scarpe da ginnastica, una scorta d’acqua ed una fotocamera o il cellulare per immortalare questo suggestivo angolo che si apre sul lato ovest delle Falesie di Cala Mancina.

Il percorso da fare a piedi, gradevole e suggestivo, si sviluppa lungo la costa tra la scogliera e le alte pareti di roccia calcarea, meta, tutto l’anno, di giovani arrampicatori. A destra la distesa  blu del mare e sullo sfondo Monte Cofano.

Bisogna lasciare l’auto nei pressi del faro o poco più avanti e seguire il sentiero costiero. Giunti quasi alla grotta il paesaggio roccioso si trasforma mescolandosi ad una distesa di grandi cespugli di Euforbia e muretti a secco.

Al suo in interno la grotta dei Cavalli contiene delle raffigurazioni pittoriche in rosso risalenti al periodo di transizione fra l’età della pietra e quella del bronzo, ultimo periodo del Neolitico. Si possono intravedere  anche pitture rupestri raffiguranti figure umane, il sole, una imbarcazione stilizzata e vari segni astratti che rendono ancora più interessante la visita di questa maestosa grotta che si affaccia sul golfo di Monte Cofano.  Ma quello che colpisce è la vista dal suo interno che spazia sul mare, uno spettacolo soprattutto al tramonto.

 

Noleggiare una barca o un gommone

Noleggiare un Gommone a San Vito Lo Capo

Scoprire la costa dal mare, durante una vacanza a San Vito Lo Capo, è il desiderio di molti, ma spesso si rinuncia pensando che noleggiare una barca o un gommone sia complicato.

Assolutamente no!

Settembre è un magnifico periodo per vivere questa esperienza.
Nautica Platy offre un servizio qualificato con una flotta di gommoni e barche che potrai noleggiare senza patente.

Chiama ora Nautica Platy al 380.596.1733 o invia una mail a  nauticaplaty@gmail.com

Imbarcazioni sicure, ben curate, che ti permettono di effettuare escursioni in piena autonomia per scoprire la Riserva dello Zingaro o dall’altro versante arrivare fino alla riserva di Monte Cofano.
Ad accoglierti al pontile troverai Francesco e Pino, veri professionisti che ti daranno tutte le istruzioni necessarie per trascorre una giornata in mare, in tutta sicurezza.

Posted in blog, esperienze.